Jambon de Bosses

Jambon de Bosses

L’annuale sagra dello “Jambon de Bosses” ha luogo, ogni anno, la seconda domenica di luglio ed annovera un numero sempre crescente di partecipanti.
Dello “Jambon de Bosses” si parla fin dal 1397, quando, in un documento del luogo, si legge dei prosciutti, denominati “tybias porci” nel territorio di questo Comune.
Lo “Jambon” può fregiarsi della denominazione d’origine protetta “Valle d’Aosta Jambon de Bosses”, rispondendo a particolari requisiti, stabiliti dal disciplinare di produzione.

Lo “Jambon de Bosses” è dunque un prosciutto crudo stagionato in loco, il cui procedimento di salatura ricopre un’importanza notevole, al fine del raggiungimento del suo particolare sapore.
Durante il periodo di salatura (18-20 giorni) si utilizza una miscela composta da cloruro di sodio cristalizzato, aglio tritato, salvia, rosmarino, pepe e bacche reperibili solo su questo territorio.
Al termine della salatura, il prosciutto viene lavato, asciugato ed appeso per la stagionatura (circa 12 mesi) in un ambiente buio, fresco e ben ventilato.

Jambon de Bosses
Il sapore aromatico del grasso, il gusto delicato della carne sono caratteristiche che il prosciutto assume anche grazie alla peculiarità del clima dei luoghi in cui viene stagionato.La commercializzazione e la degustazione del prodotto avvengono esclusivamente durante la sagra; le scorte vengono esaurite molto rapidamente.Attualmente, l’Amministrazione Comunale ha in progetto di allargare la produzione del tipico “Jambon”; è, infatti, stato avviato uno studio relativo alle possibilità di costruire, sempre in loco, un opificio, al fine di poter immettere sul mercato un numero maggiore di prosciutti, creando, inoltre, diversi posti di lavoro per i giovani del comprensorio.

Sito della Cooperativa du Jambon de Bosses: www.jambondebosses.it